Osteria del Campanile - L'insegna

La prima storia la ascoltiamo seduti sotto il campanile della chiesa di Torrazza Coste, un piccolo comune dell’Oltrepò Pavese. Sono le 23 di un caldo venerdì sera di luglio, la bottiglia di vino è quasi finita e Manolo ci chiama al suo bancone. Entriamo così all’Osteria del Campanile e iniziamo ad ascoltare una delle tante storie d’amore che hanno dato origine a ristoranti di tutta Italia.L’ingresso è piccolo, accogliente ed avvolgente, le pareti colme di foto in bianco e nero contrastano con il colorato sorriso di Manolo. È lui il volto e la personalità di questo locale, nel quale materie prime e vini sono rigorosamente made in Oltrepò Pavese.

Dal 1972 la famiglia Crivelli gestisce questa attività, un’osteria di paese dove la gente si ritrova per chiacchierare e per gustare piatti che si basano sì sulla tradizione, ma rielaborata con cura e voglia di sperimentare.

Osteria del Campanile - Lo staff

La storia di oggi, la prima del nostro blog, è un triangolo amoroso: Manolo, lo chef Maurizio Toscanini e l’Oltrepò Pavese. Due uomini e un territorio da valorizzare, una passione che viene raccontata non solo dai piatti, ma anche da una cantina ricca di oltre 200 etichette locali.Perché una scelta così legata al territorio? Perché nel territorio Manolo ci crede, ci crede anche Maurizio e il loro percorso di valorizzazione è ripagato con altrettanto amore da un pubblico fedele che capisce e sperimenta insieme a loro questa proposta tutta oltrepadana!

Una perfetta sintesi della cucina dell’Osteria del Campanile, fra tradizione e contemporaneità, trova forma e gusto nella ricetta che ci regalano:

Risotto con barba del frate, profumo di curcuma,
salsiccia del Tizzo e gelato all’olio extra vergine
.

Risotto con barba del frate, profumo di curcuma, salsiccia del Tizzo e gelato all’olio extra vergine

Questa ricetta è un racconto nel racconto: ogni protagonista ha un’identità forte fatta di sapore e genuinità. La barba del frate, verdura poco conosciuta dal sapore acre; la curcuma, tocco esotico che non guasta mai; la salsiccia prodotta artigianalmente da Roberto Tizzoni a meno di un chilometro dall’osteria; il gelato all’olio EVO, prova dell’estro e dell’abilità dello chef.

A voi il piacere di andare a gustare questo piatto all’Osteria del Campanile, magari accompagnandolo con un calice del nostro Riesling Campo Dottore.

Fotografie tratte dal sito Vogheraseitu e dalla pagina Facebook dell’Osteria del Campanile
Prenota Online